Biologia

Seleziona una categoria tra quelle elencate qua di seguito, poi seleziona un articolo da leggere.

Lucia Contini - Effetti di un campo magnetico statico sulla DLPFC

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Biologia - Tesi di Laurea

Ultimo aggiornamento Martedì 04 Agosto 2015 12:26 Scritto da Lucia Contini Sabato 11 Luglio 2015 12:48

Valutazione attuale: / 30
ScarsoOttimo 

Come modulare la funzione della DLPFC in situazione di conflitto e non conflitto.

Con questo studio cerchiamo di modulare la DLPFC utilizzando un campo magnetico statico, prodotto da un magnete cilindrico NdFeB avente le seguenti caratteristiche: diametro 6 cm, spessore 3 cm, peso 670 g.

Leggi tutto

 

Tullio Genova - Segnali di calcio e migrazione di cellule endoteliali di origine tumorale: ruolo della Proteina Chinasi A

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Biologia - Tesi di Laurea

Ultimo aggiornamento Venerdì 20 Aprile 2012 12:45 Scritto da Tulllio Genova Venerdì 20 Aprile 2012 10:42

Valutazione attuale: / 10
ScarsoOttimo 

La neovascolarizzazione è un processo fondamentale per l’accrescimento e la diffusione di tumori solidi, che per svilupparsi, richiedono una fitta rete di vasi.

Leggi tutto

   

Giulia Pregno - NMDA receptor, Neuregulin/ErbB4 systems and role of Calcium signals in ST14A striatal progenitors migration

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Biologia - Tesi di Laurea

Ultimo aggiornamento Martedì 05 Ottobre 2010 13:58 Scritto da Giulia Pregno Martedì 05 Ottobre 2010 12:02

Valutazione attuale: / 7
ScarsoOttimo 

Nel mio lavoro di tesi Magistrale ho studiato la migrazione neuronale, un processo fondamentale per il corretto sviluppo e funzionamento del sistema nervoso; infatti difetti di migrazione dei futuri neuroni portano a svariate patologie. Nel sistema nervoso durante lo sviluppo svariate molecole guidano le cellule fino al giusto posto, queste una volta raggiunta la loro destinazione si integrano e creano circuiti precisi. Tra queste molecole io mi sono occupata del sistema Neuregulina1 (NRG1) / ErbB4, del recettore del neurotrasmettitore glutammato di tipo NMDA (N-metil-D-aspartato), e del calcio, che giocano tutti un ruolo centrale nella migrazione sia radiale che tangenziale di neuroblasti.

Leggi tutto

   

Alessandro Chiadò - Produzione di biopolimeri da siero di latte: influenza dei parametri chimico-fisici e microbiologici

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Biologia - Tesi di Laurea

Ultimo aggiornamento Venerdì 25 Marzo 2011 14:33 Scritto da Alessandro Chiadò Mercoledì 29 Settembre 2010 10:42

Valutazione attuale: / 11
ScarsoOttimo 

Fin dall’inizio della loro commercializzazione le plastiche di derivazione sintetica hanno avuto un ruolo crescente nell’economia e nello sviluppo.

La grande stabilità alle diverse condizioni ambientali, nonché alle degradazioni di tipo chimico e microbiologico, di questi materiali le ha rese per decenni la fonte primaria per la produzione di molti manufatti. Queste caratteristiche ne hanno permesso un’ampia gamma di applicazioni, ma allo stesso tempo le hanno rese un problema di tipo ambientale, vista la loro elevata persistenza nei sistemi biologici (biopersistenza): tendono ad essere accumulate negli spazi naturali con una velocità di 25 tonnellate all’anno. Il materiale plastico risulta, inoltre, uno dei componenti principali di imballaggi e oggetti usa-e-getta, e solitamente viene originato dal petrolio, risorsa non rinnovabile. Risultano perciò evidenti i costi in termini monetari ed ambientali portati dall’utilizzo di questi materiali sintetici.

Leggi tutto

   

Marianna Rinaldi - Relazioni tra polimorfismo inserzione/delezione del gene ACE, polimorfismo del gene APOE, comportamento alimentare e attività fisica nella modulazione del rischio cardiovascolare

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Biologia - Tesi di Laurea

Ultimo aggiornamento Venerdì 25 Marzo 2011 14:38 Scritto da Marianna Rinaldi Mercoledì 27 Gennaio 2010 17:45

Valutazione attuale: / 19
ScarsoOttimo 

Questa tesi si propone come studio pilota sulle relazioni tra informazione genetica, comportamento e rischio di malattia.
Si parla di polimorfismo genetico quando un carattere geneticamente determinato è presente nella popolazione con due o più "morfi", ovvero  con due o più varianti (un po' come dire che il carattere geneticamente determinato "colore degli occhi" è presente nella popolazione con un certo numero di varianti diverse: colore castano, nero, verde, azzurro, ecc…).

Leggi tutto