Programma 2017 - 2018 (18-7-2017) PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 19 Luglio 2017 12:54

Piano di attività Inforav 2017-2018


1) Incontri di studio-convegni, anche in collaborazione con i Soci

1.1  Convegni (in corso di valutazione):

-   La gestione informatica della mobilità: sistemi di trasporto intelligenti

-   La sicurezza e la qualità dei dati nelle Imprese manufatturiere (da verificare)

-   Internet of Everything

-   Presentazione dei dati di sintesi dell’Osservatorio ICT sugli Enti Previdenziali privati (da verificare in funzione dello sviluppo del progetto)

-   E-privacy: regolamentazione nazionale ed internazionale, applicazioni e riflessi per Professionisti e Imprese

-   Nuovo Codice degli Appalti: Decreti delegati

-   Le Reti di Imprese fra Aziende ICT come strumento di rilancio dell’innovazione nel nostro Paese (in collaborazione con CDTI e AICT)

-   Evento sui Big data (in collaborazione con CDTI e AICT)

 

1.2    Incontri tematici su sviluppo e strategie aziendali delle Imprese ICT, fra cui:

-   Qlik (effettuato il 6-6-17)

-   Ericsson

-   Nokia

-   Cisco

-   Huawei

-   Wind

-   H3G

-   FastWeb

-   Tiscali

-   FaceBook

-   Vodaphone

-   Olivetti

-   Alcatel

-   Poste italiane

-   ENEL

-   IBM

-   UNISYS

-   Microsoft

-   Oracle

-   Google

-   HP

-   Italtel

Gli incontri, che verranno organizzati gradualmente secondo le disponibilità caso per caso, saranno anche motivo di valutazione di possibili collaborazioni durature nell’ambito delle attività associative dell’Inforav.

2) Osservatori

-   Osservatorio ICT sugli Enti previdenziali privati

-   Osservatorio ICT sui Fondi Sanitari integrativi.

In rapporto anche alle risorse disponibili ed ai risultati conseguiti, sulla base anche delle esperienze a suo tempo acquisite con l’Osservatorio sui Siti regionali, verrà meglio valutata la possibilità di proseguire in un’attività di elevato interesse generale ma che si è dimostrata di non facile approccio.

3) Progetti

Pubblitesi e Pubbliscienze. Verrà consolidato, nei limiti del possibile, l’indirizzo di internazionalizzazione e viene confermata l’attribuzione già avviata dell’ISBN.

Sarà anche sviluppato un programma di potenziamento del sistema, che ormai da circa 10 anni costituisce un riferimento riconosciuto nel suo settore.

La campagna di informazione avviata nei confronti dei Rettori dei principali Atenei ha dato luogo ad una serie di contatti (fra cui le Università del Salento, Ancona, Ferrara, Bolzano, Normale di Pisa, ecc.). In particolare con la Scuola Superiore Normale di Pisa si sta sviluppando un’ipotesi di implementazione di Pubblitesi per farlo diventare maggiormente uno strumento di disseminazione di idee e di eccellenza nel tessuto produttivo del Paese.

Pur avendo una preliminare adesione all’idea-progetto, i tempi sono lunghi per il noto quadro di difficoltà in cui opera il mondo universitario e pubblico nazionali.

Sono allo studio anche altri progetti, che riguardano settori strategici di interesse generale, e dei relativi sviluppi e contatti verrà data la necessaria informativa non appena saranno a disposizione elementi concreti e significativi.

4) Servizi ai Soci

Proseguirà l’attività di supporto, servizi e logistica nei confronti dei Soci, con particolare riferimento al CDTI e alle attività collegate di supporto organizzativo, ICT e logistica, da mettere in relazione anche alla crescita di aderenti al Club.

5) Comunicazione

Prosegue l’attività di comunicazione e divulgazione mediatica, che ha come riferimento principale il Sito Inforav e la Rivista “Informatica & Documentazione” in formato elettronico, oltre a quanto deriva indirettamente, attraverso un ampio numero di visitatori, da Pubblitesi e Pubbliscienze.

Si sta mettendo allo studio un possibile rilancio della Rivista “Informatica & Documentazione” attraverso alcune azioni tese a rafforzarne il valore scientifico e di ricerca, che ne hanno caratterizzato la storia passata e recente, con una particolare attenzione agli elementi di innovazione e di creatività espressi soprattutto dalle Aziende in Italia, rafforzando per questa via i rapporti con Imprese ed Enti Soci dell’Inforav.

Il taglio di tipo culturale della Rivista, che terrà conto comunque delle attività economiche correlate (un punto d’incontro quindi fra i due importanti aspetti), consentirà alla pubblicazione di mantenere un proprio profilo, capace di contraddistinguerla in un panorama piuttosto inflazionato più di tipo commerciale.

Verranno ricercate le opportune collaborazioni, anche nell’ambito CDTI e soprattutto con Enti e Imprese, come accennato, di più alto profilo, e soprattutto Università.

Questi obiettivi verranno raggiunti gradualmente, secondo anche i tempi di avvio di un circolo virtuoso, che dia peraltro l’eventuale possibilità di remunerare, in misura sia pure contenuta, gli articolisti, e di potenziare la struttura dell’Associazione.

In questo quadro un ruolo determinante lo potrà svolgere il Comitato consultivo scientifico dell’Inforav.

 

Tutte le attività verranno svolte con un focus specifico sui temi dell’innovazione e della ricerca, per una maggiore affermazione sostenibile dell’ICT come elemento di sviluppo del Paese, secondo i fattori qualificanti che sono all’origine dell’Inforav, ma considerando al tempo stesso prioritario un potenziamento della struttura dell’Istituto, ridottasi sempre più negli ultimi tempi.

Roma, 18 luglio 2017

Ultimo aggiornamento Mercoledì 24 Gennaio 2018 10:46